Una delle prima riflessioni che abbiamo fatto è: perché non fare una guida on-line? Ora, non voglio certo fare il purista. Io adoro internet e ne sono immensamente drogato dal 1998.

Il punto è: e se proponessimo una guida di 20 pagine, così leggera da essere piegata in due e messa nella tasca posteriore dei jeans, così colorata che è un piacere per gli occhi sfogliarla, così bella che una guida così non si è mai vista?

Il formato 22×22 è abbastanza grande per non diventare ciechi mentre lo si sfoglia. La grammatura della carta consente di tenerla aperta con una mano sola mentre si cammina. Se MaxGuide fosse anche un’occasione per non sfilare il cellulare dalla tasca e, anzi, stare vicini vicini mentre la si usa? Magari ci scappa pure un limone.

Quindi eccola qui. Stampata e quadrata, su carta riciclata.

Abbiamo scelto di lavorare con Press Up, una stamperia del Centro Italia, perché ci consente di:

  • Stampare poche copie per volta. Così MaxGuide è sempre aggiornata.
  • Lavorare con un fornitore italiano.
  • Utilizzare carta riciclata fichissima, ideale per pasticciarla con penne, matite e colori.

Poi, mica è detto che non ne faremo una versione digitale. Però, ecco, ora è proprio bello pensarla solo stampata, pasticciabile e stropicciabile.