Escursioni sul lago Maggiore

Chi l’ha detto che il lago è “sempre il solito”?

Pure io ne ero convinto, perché chi ci va da sempre, ha una percezione di “so già tutto” e chi non c’è stato sente il peso di quell’immagine da cartolina, che ci ha già annoiato da mo’.

Invece mi sono dovuto ricredere di recente. Per chi è bambino dentro e per chi lo è anagraficamente, ci sono da fare mille escursioni sul lago Maggiore. Per chi vuole godersi la natura si parte con l’evergreen di Villa Taranto ma anche con la discesa mozzafiato della Zip Line (che per inciso, no, non proverò mai).

Se non avete ancora letto le mie 12 ragioni per innamorarvi del lago Maggiore, vi raccomando di leggere quello che ho scritto, inclusi i luoghi curiosi che in pochi conoscono e i motivi per cui magari non vi piacerà.

Scarica gratuitamente la guida gratis del lago maggiore

Il lago Maggiore per chi è bambino dentro

Il lago Maggiore per i bimbi è francamente, tremendamente noioso. Quando ero piccolo il massimo era giocare a pallone, cosa che odiavo. Quindi da sempre mi chiedo perché non aprano attrazioni e meraviglie per i piccoli che odiano il calcio. Sono stato esaudito e mi è toccato restare bambino dentro per poterne esultare.

Alpyland Mottarone – la montagna russa del lago Maggiore

I tedeschi la chiamano Rodelbahn. Noi alpin coaster o già di lì. Immaginate di prendere una funivia di una volta: la funivia del Mottarone. Di salire, salire, salire, fino a dove ci sono i ripetitori dei cellulari, a 1.500 metri. E da lì, prendere una seggiovia. E poi scapicollarvi giù lungo una specie di montagna russa lunga 1,2 km, tutta curve che neanche la Marini. Urlare che ciao e pensare “non lo farò mai più”. E poi decidere di tornarci. Se vi servono info, eccole.

Per i bambini (quelli veri) – Acquamondo – Museo dell’Acqua

Dove il lago fa un gomito, ecco, là dietro c’è un piccolo museo dedicato all’acqua. Per capire come funziona un ecosistema acquatico, tra piccole vasche d’acqua dolce, plastici e microscopi per capire cosa c’è dentro. Altro che particella di sodio. Tutte le info qui.

Scarica gratuitamente la guida gratis del lago maggiore

Prendere il sole sul lago Maggiore e fare il bagno

Le spiagge sul lago Maggiore sono tutte libere - escursioni sul lago Maggiore

Anche le mie infradito sono pronte per un bagnetto al tramonto al lido di Cannero…

Se volete passare una giornata in 100% relax sul lago Maggiore, le opzioni ci sono, eccome. Ecco, non così tante come sul Garda non così poche come sul lago d’Orta. Ma ci sono.

Lido di Cannero e Lido di Cannobio

Spiagge libere, zone ombreggiate che si alternano al pieno sole della spiaggia. Acqua pulita e, nel caso di Cannero, pure un chiringuito presso cui ballare nelle serate estive e la celebre Bandiera Blu a denotare un’acqua così pura che si potrebbe quasi bere.

Premia Terme e il Lido di Locarno

La prima destinazione non è propriamente sul lago Maggiore, ma relativamente vicino. Terme vere e proprie, con acqua termale e prezzi bassi. Ovvero, come passare una bella giornata senza troppe pretese ma con un relax che vi pervaderà in ogni muscolo.

Se invece volete optare per una splendida vista a bordo lago a prezzi svizzeri, sulla punta nord del lago, puntate al Lido di Locarno. Costa un rene ed è la piscina e SPA più carina della zona.

Lago Maggiore Aquadventure Park

Prima di rimettervi in marcia sull’autostrada, che non la volete fare ‘na scivolata?

Imbragati come salami o scivolosi come vaselina, qui trovate tutte e due le cose. Un percorso avventura, una piscina per fare quattro bracciate e un paio di scivoli che terranno impegnati i pupi mentre sorseggiate il vostro spritz in bicchieri di plastica. Più info qui.

Guardare la natura del lago Maggiore con altri occhi

Che vi vogliate scapicollare verso il lago imbragati e deliranti di paura o che vogliate coltivare il vostro lato già romantico, qui c’è tutto. Tutto. Fare escursioni sul lago Maggiore non significa solo dotarsi di scarponi e pranzo al sacco, ma scoprirne aspetti nascosti.

Lago Maggiore Zip Line

Se riuscite a sopportare l’altezza e a non chiudere gli occhi (quindi non sto parlando di me), c’è il modo più fico di tutti per godersi il panorama: la ZIPline del lago Maggiore.
Aperta tutto l’anno, ha due stili di caduta: come una rondine o come un falco. Auguri.

Parco Villa Pallavicino

Realizzata originariamente da un amico del Manzoni, oggi ospita 40 specie tra mammiferi e uccelli esotici, senza l’effetto zoo che proprio non sopportiamo.

Villa Taranto sul Lago Maggiore

Fontane chic e giardini all’inglese a Villa Taranto.

Giardini Botanici di Villa Taranto

Qui il verde dà i numeri: 20.000 piante su 16 ettari. Dal lago alla collina, distese infinite di giardini.

Ci arrivate anche con il battello, che io trovo faccia sempre parecchio chic. Non sarà la barca privata o il panfilo di Onassis, ma chi s’accontenta, gode.

Sono aperti dal 15 marzo al 1 novembre e ogni mese dà luogo a fioriture diverse.

Lago di Mergozzo

Piccolo, piccolissimo, così delizioso che sembra uscito da un presepe.
Qui il mio trisavolo ha rischiato di annegare: la mia storia non sarebbe neanche iniziata! Vi consiglio di pranzare in uno dei ristoranti attorno al lago.

Lago d’Orta

Farò solo un nome: Antonino Cannavacciuolo. Vi basta?

Fattoria del Toce

Animaletti cucciolosi, atmosfera agreste, cosine buone da mangiare. No, non servono altre parole. Più info qui.


I nostri articoli per scoprire il lago Maggiore

Come innamorarvi del lago Maggiore e dei suoi posti curiosi | Natura, con i bambini, relax e sole | Dove mangiare | ShoppingInformazioni pratiche, eventi e hotel

Scarica gratuitamente la guida gratis del lago maggiore


Le guide che abbiamo scritto con amore e indipendenza

Milano: Milano in 24 ore | Milano in pdf | MaxGuide Milano su carta riciclata
Barcellona: Barcellona in 24 ore | Barcellona in pdf 
Altre città: Genova in 24 ore | Londra in 21 motivi